Blog

Idratare la pelle in estate: come fare

29

Lug

Commenti: 0
Idratare la pelle in estate: come fare

In estate la nostra cute resta esposta all’azione di diversi agenti: se i più aggressivi e pericolosi sono sicuramente i raggi UV, giocano un ruolo importante anche vento, salsedine e cloro (quando andiamo in piscina).

La cura della pelle è caratterizzata da un’insieme di pratiche e, tra di esse, non si può assolutamente prescindere dall’idratazione, che deve essere sia interna che esterna.

Idratazione interna

SI parte dall’assunzione di almeno due litri di acqua al giorno e dalla riduzione della quantità di alcolici, che stimolano sudorazione e diuresi, portando a disidratazione.

In estate è importante assumere frutta e verdura, ottime per l’idratazione e fondamentali anche per ottenere un’abbronzatura coi fiocchi. Tra i principali troviamo:

  • I cetrioli: donano elasticità alla pelle e aiutano la digestione.

  • Anguria: ricca di acqua, di vitamine (A, C e B6) e sali minerali.

  • Pesca: ricca di acqua, di vitamine, betacarotene, sali minerali e fibre.

  • Pomodori: ricchi di licopene, che argina i danni dei raggi UV.

  • Melone: ricco di vitamine e sali minerali.

È altrettanto importante integrare le giuste quantità di omega 3, contenuti nei pesci grassi come lo sgombro e nella frutta secca. Tali acidi grassi idratano in profondità la pelle, tenendo lontane irritazioni e scottature.

Idratazione esterna

Soprattutto in estate, idratazione è sinonimo di protezione: una pelle disidratata, non è assolutamente pronta per subire prolungate esposizioni al sole.

Per garantire l’idratazione, prima di tutto si parte dalla pulizia: è importante struccarsi sempre con un detergente scelto in base al proprio tipo di pelle ed effettuare uno scrub almeno una volta a settimana.

L’acido ialuronico è sicuramente il principi da ricercare di più nei prodotti: si tratta di uno dei principali componenti del tessuto connettivo che opera da idratante ed elasticizzante della pelle. Dato che la sua produzione nel corpo umano si riduce con il l’avanzare dell’età, lo si può assumere anche sotto forma di integratori.

Può essere utile utilizzare un siero a base di acido ialuronico, capace di aiutare la pelle a prepararsi per i trattamenti successivi, sostenendo l’idratazione, e benefico anche per combattere la formazione delle rughe e le macchie cutanee.

Altra importanza di rilievo la assume la crema viso, da scegliere a seconda del proprio tipo di cute, perfetta dopo il siero, dato che quest’ultimo consente alla crema di penetrare negli strati più profondi, così come fa con la protezione solare, aiutando anche a ottenere una tintarella più uniforme.

Se desideri approfondire l’argomento oppure porre semplicemente qualche domanda, contattaci. Il nostro team di professionisti sarà felice di risponderti.

Commenti: 0

Lascia un commento