Blog

Micosi alle unghie: come evitarle e come curarle

9

Feb

Commenti: 0
Micosi alle unghie: come evitarle e come curarle

La micosi alle unghie, o onicomicosi, è un’infezione che colpisce una o più unghie ed è causata dalla presenza di funghi, tra cui Candida albicans, Trichophyton ed Epidermophyton.

Le unghie dei piedi sono colpite dall’infezione più frequentemente rispetto a quelle delle mani, in quanto è più probabile che si trovino in un ambiente caldo e umido come quello delle scarpe. L’umidità e il calore costituiscono insieme l’habitat ideale per la proliferazione dei funghi, permette loro di crescere e di diffondersi. Tra le altre cause incidono i traumi alle unghie, fragilità dell’unghia, familiarità con la patologia, diabete, deficit delle difese immunitarie, sudorazione eccessiva (iperidrosi).

Le micosi alle unghie sono riconoscibili da sintomi come la comparsa di macchie bianche o gialle inizialmente su una zona circoscritta dell’unghia, ma l’infezione può estendersi e coinvolgere tutta l’unghia.

L’unghia colpita da micosi perde il suo colore naturale, appare più spessa, con il rischio di sgretolarsi e cadere, questo può generare fastidi e dolori.

Come evitare la micosi alle unghie

Per prevenire la formazione di micosi alle unghie è necessario adottare alcuni comportamenti che riescono a contrastare la possibile azione dannosa dei funghi patogeni.

Curare l’igiene è sempre importante, in questo caso si consiglia di tenere le unghie dei piedi (o anche quelle delle mani) corte, nella giusta misura, e pulite. Evitare di utilizzare scarpe o calze troppo strette che rendono complicata la traspirazione, ma soprattutto evitare di camminare scalzi in luoghi come le piscine, spogliatoi e docce, in quanto costituiscono i luoghi dove più facilmente ci si contagia di micosi. Poiché l’infezione è contagiosa, è importante non scambiare i propri indumenti (calze o scarpe) con altre persone che soffrono di questo disturbo.

La cura

In presenza di micosi alle unghie è importante intervenire tempestivamente, in quanto a lungo andare potrebbe essere difficile da curare. In molti casi è sufficiente l’applicazione topica di creme, smalti e rimedi simili, con principi attivi antimicotici. L’onicomicosi viene trattata anche con antimicotici somministrati per via orale, soprattutto se l’infezione è in fase avanzata, se causa dolori e fastidi. L’uso di farmaci come la terbinafina e l’itraconazolo favoriscono la crescita di una nuova unghia non infetta, andando a sostituire man mano quella colpita dal fungo. Il trattamento dell’infezione prevede pazienza e dedizione, in quanto possono essere necessarie settimane e mesi affinché scompaia del tutto.

Commenti: 0

Lascia un commento